ESG Global Perception Index

ESG Global Perception Index è l’indice che monitora la percezione di sostenibilità delle aziende italiane. L'indice è calcolato e diffuso da Reputation Science, società leader in Italia nell'analisi e gestione della reputazione

L’indicatore mostra l’andamento aggregato della reputazione ESG delle maggiori aziende sul mercato italiano (capitalizzate a Piazza Affari, classifica Mediobanca, classifica Interbrand) da gennaio 2021. La base dati analizzata è costituita dai contenuti digitali rilevabili online (articoli, video, immagini, social), sottoposti ad un’analisi multilivello sulla base di un modello concettuale strutturato. Il modello di analisi valuta la prossimità di ogni singolo brand in analisi ai 17 pillar della sostenibilità definiti dall’ONU e produce un indicatore aggregato che misura l’impatto reputazionale di questi contenuti.

L’indice aggregato è espresso in R, l’unità di misura della reputazione online. Il valore di R applicato ad ogni singolo contenuto web rilevato tiene in considerazione 104 parametri distinti tra parametri globali relativi al dominio e parametri specifici di ogni link. Tutti i risultati dell’analisi vengono sottoposti a rilettura consulenziale.

L’analisi dell’andamento nel tempo di ESG Global Perception Index permette di identificare tendenze, divisioni e cambiamenti casuali o strutturali utili per un'analisi predittiva e per l'identificazione di una «specifica linea di tendenza in evoluzione» dell'entità analizzata.

Tra gennaio 2021 e aprile 2022, l’analisi di ESG Global Perception Index permette di identificare alcune tendenze in corso:

  • La reputazione di sostenibilità delle top200 presenta un andamento irregolare: dopo un periodo di continua ascesa tra gennaio a luglio 2021, la curva ha assunto un andamento più frammentato
  • Lo “strapotere” delle prime 10 aziende: i 10 brand con la migliore reputazione di sostenibilità, da soli, ottengono un ESG Global Perception Index pari a un quarto di quello calcolato sull’intero paniere di oltre 200 aziende
  • Nel periodo in esame si riscontrano due importanti flessioni: la prima ad agosto 2021, quando si verifica una battuta d’arresto sia per la totalità del paniere analizzato (-43% da luglio ad agosto) che per le 10 migliori aziende (-51%). Un segnale che indica come la spinta propulsiva delle aziende, soprattutto in termini di comunicazione online, incontri un deciso rallentamento nel mese estivo.
  • La seconda flessione significativa si registra a inizio 2022, nei mesi in cui è scoppiata la guerra in Ucraina: un tema di stringente attualità che in un primo momento ha saturato l’attenzione mediatica, salvo poi dimostrarsi un argomento sul quale i brand hanno preso posizione con parole di solidarietà e interventi umanitari, come dimostrato dal crescere della curva Esg